Guida rapida sulla psicologia del colore nel marketing

È aumentato l’interesse per la ricerca e lo studio della psicologia del colore nel marketing e nel branding. Pensate all’ultimo articolo che avete acquistato da un marchio. Riuscite ancora a ricordare il colore del logo? C’è una grande possibilità che possiate farlo e forse potete ricordarlo più chiaramente del prezzo dell’articolo stesso. 

Sono finiti i tempi in cui la teoria dei colori, le tavolozze e i secchielli di vernice erano destinati solo a chi si occupava di arte. Ora più che mai, tutti coloro che si occupano di marketing dovrebbero imparare e capirne le basi. Questo è il motivo per cui è importante che conosciate la psicologia del colore e i suoi effetti positivi e negativi sui vostri sforzi di marketing.

Psicologia del colore nel marketing
La psicologia del colore è utilizzata in tutti gli aspetti del marketing

Cos’è la psicologia del colore?

La psicologia del colore è semplicemente lo studio dei colori. Per essere più specifici, questo è lo studio di come specifici colori, tonalità, sfumature e tinte influenzano le persone e i loro sentimenti o emozioni. In parole povere, questo è lo studio del modo in cui i colori possono farvi sentire. Si tratta di una crescente analisi che sta diventando sempre più utile e vantaggiosa nel campo del marketing, del design e del branding.

La psicologia del colore studia l'impatto complessivo del colore nel marketing
La psicologia del colore è considerata lo studio dei colori ed è molto importante nel marketing

Questo è uno studio o un aspetto di come il cervello umano può percepire ciò che ha visualizzato. Una volta che il cervello vede un colore particolare, come si traduce questo colore in tutto il corpo? Che tipo di impatto ha questo colore sui pensieri, le idee, le azioni e le emozioni della persona?

È esattamente il colore che la psicologia del colore spera di sezionare e comprendere

Forse non ve ne rendete conto, ma il colore gioca un ruolo cruciale nel modo di agire. I colori ci fanno sentire e pensare in modi diversi. Come consumatore, la psicologia del colore nel marketing ha un modo unico di sollecitare alcune azioni come l’acquisto di prodotti, l’iscrizione a promozioni e la scelta di marchi specifici invece di altri in generale.

Ogni colore è dotato di una personalità propria, prima di suscitare una certa emozione da parte vostra. Questa è la consapevolezza che gli esperti di psicologia del colore hanno recepito. I colori hanno una loro personalità che a sua volta può influenzare anche la vostra. Ogni colore può suscitare una certa emozione negli spettatori.

Questa non è una scienza difficile, come ci si aspettava, ma alcuni studi confermano queste affermazioni. È stato dimostrato che i colori influenzano davvero il modo in cui i prodotti e i marchi e la scelta del colore nel marchio nel suo complesso, si basano molto sull’adeguatezza del colore. 

Significa che il colore è importante e questo non è un segreto per i consumatori, anche se è solo a livello subconscio. 

Tuttavia, quali sono le personalità di ogni colore e quali emozioni evocano nei consumatori? 

Date un’occhiata ai seguenti colori di base e alle emozioni specifiche che essi evocano: 

Nero

Il nero è un colore contrastante e potente utilizzato per la vendita di prodotti di alta gamma ed eleganti. La raffinatezza, la sostanza, l’eleganza, l’autorità, la sicurezza e il potere sono le emozioni positive che evoca, mentre le emozioni negative sono la depressione, l’oppressione, il lutto, la pesantezza e la freddezza. Alcuni marchi che utilizzano questo colore senza tempo sono L’Oréal, Nespresso, The New York Times e Nike. 

Blu

Tranquillità, sicurezza, serenità, logica, lealtà e fiducia sono le emozioni positive del blu, mentre quelle negative sono ostili, poco appetitose, fredde e prive di emozioni. Il blu può calmare la mente ed è spesso usato nel Feng Shui e nell’interior design. Questo è il colore utilizzato dai marchi che gestiscono informazioni sensibili e personali come LinkedIn e American Express. 

Marrone 

Il marrone è rappresentato come un colore naturale e terroso che di solito si vede nelle confezioni degli alimenti e che indica alimenti ecologici, naturali e biologici. Le sue emozioni positive includono la raffinatezza, la sicurezza, la protezione, la forza e l’affidabilità. L’isolamento, la tristezza e la solitudine sono alcune delle emozioni negative ad esso associate. Hershey’s, J.P. Morgan Chase e UPS sono i marchi che utilizzano il marrone nei loro loghi, uniformi e pubblicità. 

Verde 

Il verde è un colore facile da riconoscere per gli occhi e simboleggia il mondo naturale e la vita. Questo è fortemente associato al potere e alla ricchezza come l’economia, l’esercito e le banche. Le sue emozioni positive includono l’armonia, l’equilibrio, la crescita, la salute, la natura, la prosperità e la speranza, mentre le emozioni negative sono il materialismo, l’invidia, la noia e la possessività. Questo è spesso utilizzato dalle aziende che si occupano di ambiente e dai marchi della salute come Animal Planet, Whole Foods e John Deere. 

Oro

L’oro è legato alle emozioni positive, tra cui il successo, la compassione, la saggezza, l’ottimismo e il carisma. Le emozioni negative associate all’oro sono vili, avide ed egocentriche. Questo colore implica ricchezza nella maggior parte delle culture di tutto il mondo ed è solitamente legato alla religione e alla regalità. L’oro è anche il colore che rappresenta il primo posto in eventi competitivi come lo sport. Aziende di fascia alta come Porsche, Versace e Rolex utilizzano l’oro nei loro prodotti e nel loro logo. 

Magenta o rosa

Il magenta o rosa è il colore più spesso usato per rappresentare la giovinezza e la femminilità. Questo è anche associato al comfort e alla speranza. Il rosa è legato ad emozioni positive come la passione, l’eccentricità, la creatività e l’innovazione. Sfrontatezza, ribellione, impulsività e stravaganza sono le emozioni negative che il magenta evoca. Victoria’s Secret, Cosmopolitan magazine e Barbie sono i famosi marchi che utilizzano il magenta. 

Arancione 

L’arancione genera sensazioni accoglienti e calde. Le emozioni positive che evoca includono cordialità, fiducia, allegria, energia, innovazione, calore, coraggio e vitalità. Le emozioni negative ad esso associate sono pigrizia, immaturità, ignoranza e frustrazione. Alcune mascotte di squadre sportive usano l’arancione, perché emana energia e motivazione. 

Viola 

Ricchezza, immaginazione, misticismo, raffinatezza, spiritualità e saggezza sono alcune delle emozioni positive legate al viola. Le emozioni negative sono il dolore, il pericolo, la mancanza di amicizia, l’aggressività e l’ostilità. Questo è di solito usato nei marchi di lusso e nelle royalty per posizionarsi come marchi prestigiosi. Il viola è usato nelle pubblicità e nei loghi di marchi dolciari come Milka e Cadbury. 

Rosso 

Il rosso è un colore che crea un certo senso di urgenza ed è anche legato al movimento come la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Il potere, l’eccitazione, la passione, l’impavidità e l’energia sono le emozioni positive che questo colore suscita, mentre quelle negative includono il dolore, il pericolo, l’ostilità, l’aggressività, la mancanza di simpatia. 

Conoscendo il colore della psicologia nel marketing, è possibile sfruttare appieno il potere dei colori e utilizzarlo a proprio vantaggio.

Torna su